Riprendono gli incontri di spiritualità in Seminario

Riprendono gli incontri di spiritualità proposti dalla Fies diocesana, dedicati a religiosi e laici, che si svolgeranno in Seminario a partire dal 23 novembre. Questo l’invito e la spiegazione del programma degli incontri dell’Arcivescovo, card. Giuseppe Betori: “Quest’anno riprenderemo i nostri incontri di spiritualità sperando che la pandemia ci dia un po’ di tregua. – scrive l’Arcivescovo nella lettera di invito. Abbiamo pensato di proporre quattro incontri, i primi due affronteranno il tema dell’Eucarestia che è il cuore della vita sacerdotale. Su di essa il sacerdote è chiamato a modellare tutta la sua vita. Se, come dice la “Sacrosanctum Concilium” al n. 10, la Liturgia è “culmen et fons” di tutta l’azione della Chiesa, a maggior ragione è “culmen et fons” il memoriale della morte e risurrezione di Cristo che il presbitero celebra ogni giorno per sé e per il popolo. Il presbitero è ministro del Corpo e del Sangue di Cristo. Egli è chiamato ad essere testimone, proprio mediante quel “farmaco di Immortalità” che è l’Eucarestia, della vita eterna, della vita del Risorto. Ma quest’anno vorremmo, iniziare anche un percorso che ci aiuti a prepararci al Giubileo del 2025. La preparazione a questo evento si svolgerà in due anni, in questo primo anno il tema sarà il Concilio Vaticano II°, nel prossimo anno il tema sarà la preghiera. Per questo, negli
ultimi due incontri di questo anno, affronteremo due costituzioni conciliari, la “Gaudium et spes” e la “Dei Verbum”.

In allegato la locandina con il programma degli incontri.