Buone Natale del Signore

Firenze, Natale 2013
 
 
Carissimi amici,
            pace e gioia nel Figlio che ci è dato!
 
A nome del Consiglio e di tutti i collaboratori Migrantes, mentre il mistero del Natale si apre davanti a noi come la grande occasione per rimeditare il dono della nostra fede, vi invio i miei  migliori auguri natalizi.
 
E’ Natale !
 
E’ Natale ogni volta che sorridi
a un fratello e gli tendi la mano.
E’ Natale ogni volta che rimani
in silenzio per ascoltare l’altro.
E’ Natale ogni volta che non accetti
quei principi che relegano gli oppressi
ai margini della società.
E’ Natale ogni volta che speri
con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.
E’ Natale ogni volta che riconosci
con umiltà i tuoi limiti
e la tua debolezza. 
E’ Natale ogni volta che permetti
al Signore di rinascere per donarlo agli altri.
(Madre Teresa di Calcutta)
 
  Vi auguro un  Natale sconvolgente  in grado di cancellare dal vostro immaginario tutto lo straordinario ed il fantastico che vi abbiamo associato, per ritrovare la semplicità, l’essenzialità e la normalità del rifugio di  Betlemme dove il Signore e Salvatore si fa servo degli ultimi.
            “L’autentica fede nel Figlio di Dio fatto carne è inseparabile dal dono di sé, dall’appartenenza alla comunità, dal servizio, dalla riconciliazione con la carne degli altri. Il Figlio di Dio, nella sua incarnazione, ci ha invitato alla rivoluzione della tenerezza” (Papa Francesco, La gioia del Vangelo).
 
 
   p. Stefano Messina omi
Direttore Ufficio Migrantes
     Arcidiocesi di Firenze