Santa Messa per i cattolici impegnati in politica


Ai cattolici impegnati in ambito sociale, politico
e nell’amministrazione pubblica
 
            Carissimi,
con la sua prima Lettera Pastorale, ‘Nel silenzio la parola‘, il Cardinale Arcivescovo, rilevando come «Lo straripare di parole e di suoni attorno a noi sconcerta e opprime», propone un’articolata e profonda riflessione  a «credenti e non credenti ‘ uomini e donne [che] non fuggono i grandi interrogativi che inquietano il cuore e la mente», mettendo in luce come tutti abbiamo bisogno di ritrovare il valore del silenzio, anche per ridare senso alle parole.
La riflessione proposta dall’Arcivescovo, con l’intento di far «riprendere, nelle nostre giornate, il giusto posto al silenzio e alla parola in vista di una più corretta vita dello spirito, di una più radicata vita ecclesiale, di una più efficace partecipazione alla vita della società», interpella in modo del tutto particolare chi opera in ambito sociale e politico.
L’esigenza di dare più spessore e una diversa qualità e incisività al proprio agire per il bene comune, infatti, domanda di saper ‘coniugare insieme silenzio e parola’ anche nell’esperienza del dialogo sociale e politico, consapevoli che questo rende creativo il confronto e che la ‘comune ricerca’ della verità ‘apre spazi di socialità condivisa’.
 ‘Il presupposto di un’azione politica feconda ‘dice ancora l’Arcivescovo- è proprio il riconoscimento dell’unica realtà cui facciamo riferimento e del bene comune che ci riguarda. Il che non toglie la difficoltà dell’azione politica: ne indica però il corretto svolgimento, visto che per raggiungere il bene bisogna anzitutto assumere il giusto atteggiamento verso la realtà’. 
Pertanto, ‘la fiducia nel silenzio e, al tempo stesso, nella parola, è la strada di una ripresa del significato nel nostro conversare tra uomini e quindi di una rinascita del nostro convenire sociale’.
Orientati alla Pasqua di risurrezione, nel necessario silenzio, come ogni anno ci ritroveremo per celebrare l’Eucaristia, presieduta dal nostro Arcivescovo, Cardinale GIUSEPPE BETORI, il prossimo 2 aprile 2012, Lunedì Santo, alle ore 18,30, in San Salvadore in Arcivescovado.
            In attesa di scambiarsi personalmente gli auguri pasquali, saluto fraternamente
 
Don Giovanni Momigli