Diocesi Firenze » In evidenza » 2016 » Aprile » Famiglie di Mamre 
Famiglie di Mamre   versione testuale
Riscoprire la feconditą in un cammino d'Amore

Anche quest’anno, presso la  nostra Parrocchia fiorentina di Santa Lucia alla Sala, sotto la direzione e il conforto di Don Paolo Anfuso, riparte l’iniziativa  di “ Famiglie di Mamre”,una serie di incontri  chiamati “ RISCOPRIRE LA FECONDITA' IN  UN CAMMINO DI AMORE” a sostegno degli sposi che vivono la sofferenza della  difficoltà di generare vita.
Si chiama ‘ Famiglie di Mamre’ in relazione alla quercia dove gli angeli annunciarono ad Abramo e Sara che sarebbero diventati  fecondi e avrebbero avuto un figlio e nasce dall’esperienza di due coppie di sposi che, dopo aver creduto che il loro progetto di diventare genitori naufragasse a causa della sterilità fisica, hanno potuto sperimentare una diversa forma di fecondità, aprendosi all’adozione e all’accoglienza di figli che erano lontani.
Mossi dalle preoccupazioni e sofferenze che hanno vissuto a causa della sterilità e incoraggiati dalla riscoperta dell'amore di Dio, così generoso nel rispondere alla loro sofferenza, Alessio, Lucia, Lorenzo e Paola hanno avvertito l’urgenza di aiutare tutte quelle coppie che stessero sperimentando l’angoscia di non vedere arrivare il figlio tanto atteso. Così, hanno accolto con gioia  l’invito  a dare una risposta appropriata alla domanda di amore a cui fa riferimento anche il ‘Direttorio Pastorale Familiare, 113’: “anche quando la procreazione non è possibile, non per questo la vita coniugale perde il suo valore (…) si tratta di invitare queste coppie ad allargare il loro amore al di là dei vincoli della carne e del sangue e a rendere altri servizi importanti alla vita delle persone umane, quali ad esempio l’adozione, le varie forme di opere educative” .
 Con la preziosa e decisiva guida del diacono di Roma Silvestro Paluzzi e di sua moglie Antonella, entrambi psicologi e attivi evangelizzatori in diverse diocesi italiane, nel 2012 questa loro idea prende forma in un percorso di 6 incontri incentrati sulla Storia della Salvezza.
Il proposito è quello di aiutare le famiglie a vivere la  scoperta di una eventuale sterilità non come punizione o ingiustizia, ma come occasione essenziale  sia per trovare una fecondità più profonda che viene da Dio, sia  per riscoprire la Grazia e la responsabilità del sacramento del matrimonio. Come si concretizza questa fecondità non ci appartiene, non lo sappiamo, ma la speranza è che tutti possano sperimentare una fecondità spirituale attraverso la sterilità fisica. Questo Dio lo può fare: Dalla sterilità la vita, dalla morte la resurrezione
Da allora circa venti famiglie si sono unite in questa esperienza, arricchendola e arricchendosi vicendevolmente.
I primi sei incontri, che inizieranno il prossimo 22 Aprile si inseriscono oggi in un cammino unitario, articolato in tappe (serate o weekend formativi), gradualmente e secondo i principi propri della crescita umana e della vita spirituale.
Attraverso l’itinerario di accompagnamento si intende sia promuovere lo sviluppo della persona nella tridimensionalità che la caratterizza (corpo, psiche e spirito)  sia sostenere la coppia in una fase di dubbio, paura, incertezza con ricadute sulla coppia e sul sacramento del matrimonio stesso.
Per questo è stata creata una rete di operatori della salute che, di fatto, come battezzati, praticano e sono testimoni della fede cattolica.
A Mamre accompagna le famiglie, con professionalità e delicatezza, un’èquipe di amici professionisti, un andrologo, una  ginecologa, una psicoterapeuta, un biologo e due pediatri, i quali, offrendo il loro tempo e la loro competenza, sono stati un valido sostegno per molti sposi in difficoltà nel corpo, e nella psiche oltre che nello spirito. 
Questa collaborazione nell’unità fa sì che non ci siano forze che spingano la coppia in direzioni contrarie e che la strada sia sempre una sola, verso Gesù Cristo.