Il ruolo dei laici nella Chiesa: incontri a Legnaia

Riflettere, ad oltre cinquant’anni dalla conclusione del Concilio Vaticano II, su identità e vocazione del laico all’interno della missione della Chiesa, non è semplice data la complessità di significato che ha la categoria di laicato, segnata, per di più, da un conflitto delle interpretazioni. Ci provano l’Azione Cattolica e il circolino della parrocchia di Sant’Angelo a Legnaia, promuovendo un ciclo di incontri su «Identità e impegno dei laici nella Chiesa per il mondo». Sei appuntamenti a partire da giovedì 20 febbraio fino al 7 maggio, incoraggiati dal parroco don Giancarlo Lanforti, impegnato in queste settimane anche nel coordinamento della seconda fase del Cammino sinodale del vicariato di Porta San Frediano, che mette alla prova il desiderio dei laici di aprirsi all’ascolto ed al dialogo con l’intera realtà territoriale.

Questo il programma:

Giovedì 20 febbraio «Alle sorgenti del laicato: la rivoluzione copernicana della Chiesa conciliare» (Elisa Giannasi, Azione cattolica diocesana)

Giovedì 27 febbraio «un testimone autentico della laicità e dello stato: Giorgio La Pira» (Mario Primicerio, presidente Fondazione La Pira)

Giovedì 19 marzo «L’aggiornamento del cammino laicale nella Chiesa di questi ultimi anni» (Mara Michelazzo, Azione Cattolica Firenze)

Giovedì 26 marzo «Un testimone educatore per i giovani: Pino Arpioni» (Gabriele Pecchioli, presidente dell’Opera per la Gioventù Giorgio La Pira)

Giovedì 23 aprile «Le sfide oggi di un laicato adulto» (Gabriella Pennino, Azione Cattolica)

Giovedì 7 maggio «Una testimone per la città di Firenze: Fioretta Mazzei» (Giovanna Carocci, presidente dell’Associazione Internazionale Fioretta Mazzei)

Ogni incontro si terrà al circolino di Legnaia, via Pisana 438 dalle 19 alle 21.30 e prevede, dopo la relazione introduttiva, uno spuntino e un successivo momento di condivisione.