Covid-19 e nuove povertà. Sesto Report della Caritas

La Caritas presenta i dati del sesto Report realizzato con la Fondazione Solidarietà Caritas Onlus, dal titolo “Un’estate anomala: le nuove sfide e la risposta attenta ai bisogni emersi. I dati di maggio – ottobre 2020: un aggiornamento del profilo povertà e dei servizi attivati/rimodulati”. Un appuntamento mensile che offre un quadro aggiornato su come la pandemia ha cambiato il tessuto sociale del nostro territorio, partendo dalla banca dati MIROD e da interviste a operatori e volontari impegnati sul campo.

L’iniziativa, a cura dell’Osservatorio delle povertà e delle risorse, nasce all’indomani della crescente domanda di aiuto causata dall’emergenza sanitaria, per rilevare e rispondere alle situazioni di disagio e vulnerabilità del territorio.

“Il sesto Report – dichiara Giovanna Grigioni, referente Osservatorio Caritas – racconta che cos’è accaduto nella nostra diocesi in questi mesi dedicando un approfondimento ai ‘nuovi poveri’ e a quella che definiamo ‘un’estate anomala’. Rispetto agli anni passati infatti, il numero delle persone che si sono rivolte ai Centri d’Ascolto non solo non è diminuito, ma tra maggio e luglio, ha addirittura registrato una quota superiore di oltre 700 unità rispetto allo stesso periodo del 2019 (+36,2% a giugno e +60,9% a luglio). Per poi proseguire sempre con numeri elevati (+19,1% agosto), e tornare a segnare un forte stacco negativo a ottobre”.

Giovanna Grigioni ha poi proseguito affermando che: “se da un lato, attraverso la lettura dei dati, emerge un quadro complesso ed articolato del nostro territorio diocesano, dall’altro troviamo l’instancabile voglia di operatori e volontari di restare vicino a chi si trova in situazioni di svantaggio”. E ha concluso: “i ‘segni dei tempi’ ci indicano che è il momento di realizzare una società in grado di assicurare una vita dignitosa a tutti comprese le generazioni future”.

In allegato il report completo